Città di Tarcento

C.F. 00408250306
P.I. 00538110305
Piazza Roma, 7 (UD)
C.A.P. 33017
tel. 0432/780611
fax 0432/791694






MISURE ORGANIZZATIVE PER GARANTIRE LA TEMPESTIVITA’ NEI PAGAMENTI

In ottemperanza all'art. 9 del D. L. 01/07/2009 n. 78, e nelle more dell'adeguamento dei vigenti regolamenti comunali di contabilità e dei procedimenti amministrativi e fatti salvi i contratti in corso, si adottano le seguenti misure organizzative per garantire la tempestività nei pagamenti per somministrazioni, forniture e appalti.

Questo Ente fissa in sessanta giorni il termine massimo per effettuare i pagamenti di somministrazioni, forniture e appalti. Il suddetto termine decorre dal ricevimento al protocollo dell'Ente di fatture, parcelle ed altri documenti di spesa, contenenti i seguenti elementi:

  1. riferimento al numero di determinazione assunto dall'Ente e comunicato al momento dell'ordinazione;
  2. codice IBAN (indispensabile per i bonifici bancari) del conto dedicato anche non in maniera esclusiva;
  3. numero delle posizioni INPS e INAIL ed eventuale Cassa Edile e la sede di competenza, numero dei dipendenti e CCNL applicato (indispensabili per la richiesta telematica del DURC);
  4. i codici CIG ed eventuale CUP comunicati dall'Ente.

La mancanza di alcuni degli elementi sopra individuati impedisce l'avvio del decorso del termine sopra fissato (60 giorni); il suddetto termine comincerà a decorrere dall'acquisizione da parte dell'Ufficio Protocollo degli elementi mancanti.

E' preferibile che tutte le fatture relative a somministrazioni, forniture e appalti siano recapitate tramite posta elettronica all'indirizzo protocollo@com-tarcento.regione.fvg.it.

Le fatture, immediatamente dopo la fase di protocollazione, saranno trasmesse in copia all'ufficio competente ed in originale alla Ragioneria per la registrazione nel programma di contabilità Ascot. L'ufficio competente alla liquidazione, verificata la regolarità della fornitura e la corrispondenza tra fattura e impegno di spesa, procederà all'acquisizione del DURC e successivamente alla conseguente stesura del provvedimento di liquidazione.

Rimane a carico della ragioneria il controllo per i pagamenti superiori a € 10.000,00, di eventuali morosità del creditore verso la Pubblica Amministrazione per somme iscritte a ruolo.

Si sottolinea che in caso di DURC con irregolarità, gli uffici sono tenuti a sospendere la liquidazione/pagamento della fattura e a darne comunicazione entro cinque giorni alla Ditta, con l'invito a rimuovere tali irregolarità. Si procederà alla relativa liquidazione/pagamento una volta acquisito il DURC regolare.

Si ricorda che nel caso in cui decorra il termine di trenta giorni senza pronuncia da parte degli Istituti previdenziali a cui è stato richiesto il DURC scatta il silenzio-assenso.

I termini sopra indicati si intendono quali termini massimi entro cui procedere.

aggiornato al 30.11.2010